AGISCI, DUNQUE SEI.

La rappresentazione dell’opera di Darklawyer si delinea con un nuovo principio di provocazione artistica: la raffigurazione delle sofferenze dei consumatori, degli oppressi, dei martiri di questa società contemporanea, sempre più incapace di tutelare i più deboli. Le sue opere lo indicano come promotore di una vera e propria dottrina artistica impegnata nel sociale: difensori umanitari che si esprimono con azioni che irrompono nell’arte, evidenziando ed esorcizzando un forte disagio collettivo.

ARTWORKS

Putin, fai presto!
Fase 3
Fantasmi su Taranto
ARSenicH2o
Merda di Fallita Lehman
Smokebuster